lunedì 8 Agosto 2022
NEWS:
Home > Uncategorized > Trasmissione di segnali Morse da Flat Holm – Marconi – 13 maggio 1898

Trasmissione di segnali Morse da Flat Holm – Marconi – 13 maggio 1898

In memoria della riuscita trasmissione di una lettera dell’alfabeto Morse, compiuta il 13 maggio 1898 da Guglielmo Marconi e dal suo fedele assistente Mr. Kemp, la BBC in tempi recenti ne ha fatto un reportage e qui facciamo un breve riassunto della storica vicenda.
Va ricordato che allora, in Inghilterra, Marconi e l’assistente Kemp, con trasmettitore a scintilla e un ricevitore a Coherer, dopo molti tentativi, finalmente riuscirono a comunicare un segnale radio tra il tratto di mare che separa Flat Holm, piccola isola carsica posta nell’estuario del fiume Severn il più lungo fiume del regno unito (Canale di Bristol) e la vicina terra ferma di Lavernock Point, località situata sulla costa del Galles.
Questo fu uno dei momenti di successo dei tanti tentativi di trasmissione di segnali radio compiuti sulle coste inglesi nel lontano 1898 da Guglielmo Marconi con l’aiuto di Kemp che era il Suo valido tecnico e fidato assistente.
Come già accennato la famosa BBC (British Broadcasting Corporation) ne ha fatto un reportage celebrativo, però prima di proseguire con i dettagli dell’esperimento, per far meglio capire gli sforzi di Marconi per affermare la Sua scoperta, va ricordato che il giovane Guglielmo Marconi agli inizi della Sua invenzione, in Italia fu poco compreso; allora su spinta della madre Signora Annie Jameson, nel 1896 , poco più che ventenne, si recò nella ricca Inghilterra e grazie alle autorevoli conoscenze di Sua madre, che faceva parte della famiglia Jameson (rinomati produttori Irlandesi di whiskey) Guglielmo Marconi incontrò personaggi influenti che l’appoggiarono, anche perché, a giusto titolo egli pensava di mostrare e brevettare la Sua invenzione proprio in Inghilterra , perché questa era nazione ricca con una imponente flotta di naviglio civile e militare che costituiva la combinazione ideale per poter apprezzare e affermare il potenziale della Sua invenzione di radio comunicazioni che sarebbe stata utilissima per comunicare messaggi radio in codice Morse tra i navigli e la terraferma, novità tecnica di portata enorme, anche perché fino allora l’unico mezzo per comunicare era il telegrafo via cavo.
Tornando all’evento di Flat Holm, Guglielmo Marconi per i Suoi esperimenti allestì su questo isolotto la Stazione trasmittente in riva al mare che fu dotata di trasmettitore scintilla con adeguata antenna e presa di terra, la Stazione di ascolto, adeguatamente attrezzata, venne posta in terraferma a Lavernok Point e fu affidata all’assistente Mr. Kemp, come già detto, uomo fedelissimo di Marconi e anche valido tecnico.
L’esperimento di trasmissione non ebbe subito successo, fu ritentato per diversi giorni, perchè a causa delle condizioni meteo non sempre favorevoli, le trasmissioni erano disturbate ed anche le antenne non rendevano al massimo, pare che fossero realizzate con filo conduttore ( presumibilmente leggera trecciola di rame ) della lunghezza di circa 18 metri , antenne che venivano elevate con l’impiego di aquiloni costruiti per uso militare che con un robusto cordino di canapa erano ancorati alla cima della scogliera.
Già da allora la mente di Guglielmo Marconi aveva intuito che l’elevazione delle antenne unita ad una buona massa a terra era il segreto per meglio irradiare e diffondere nell’etere le onde radio.
Questi aquiloni durante i molteplici tentativi di comunicazione, in più occasioni venivano sballottati dal vento non garantendo cosi la massima elevazione delle antenne filari e quindi tutto l’esperimento era veramente, come si suol dire, appeso a un filo!
Finalmente dopo alcuni giorni di infruttuosi ma tenaci tentativi, una ripetitiva lettera del Codice Morse giunge forte e chiara a Lavernock Point ed è udita nelle cuffie di Mr.Kemp, era il giorno 13 maggio 1898.
Finalmente Marconi aveva vinto una delle Sue prime sfide: riuscire ad inviare sul mare un treno di onde radio, il Suo segnale Morse era passato forte e chiaro sul tratto della baia di Bristol!

Ricerca Storica e testo di Lucio Bellè