lunedì 20 Settembre 2021
NEWS:
Home > NEWS > Zenith Radio Corporation: A thousand letters which break our hearts

Zenith Radio Corporation: A thousand letters which break our hearts

Traduzione dall’originale delle poche e sentite righe che riportano per sunto le accorate lettere indirizzate alla “ZENITH RADIO CORPORATION, CHICAGO. ILLINOIS” (notare che appare anche l’invito a sostenere l’impegno bellico U.S.A concorrendo all’acquisto di Obbligazioni di guerra) circa le migliaia richieste di acquisto, pervenute da ogni parte e persone delle radio portatili “Zenith TransOceanic Clipper”, al fine di poterle poi spedire alle migliaia di soldati USA sparsi per il mondo durante la 2° guerra mondiale, affinchè con il conforto dell’ascolto della “Voce dell’America” si sentissero meno lontani dalle loro famiglie, dai loro affetti e dalla patria. Purtroppo per il sopraggiunto ordine governativo, il decreto “War Planning Board Edict”, la fabbrica Zenith venne immediatamente convertita alla produzione di materiale radio per impiego bellico e la produzione delle famose TransOceanic dovette attendere. Le cronache riportano che quelle che riuscirono ad arrivare ai vari soldati sui campi di battaglia della 2° guerra mondiale sopravvissero a maltrattamenti di ogni tipo, fornendo però sempre le migliori prestazioni, tanto da divenire radio quasi leggendarie. Il commovente titolo originale è: “A thousand letters which break our hearts”

TRADUZIONE:

“Molte migliaia di lettere che spezzano i nostri cuori”

Il mucchio delle lettere sta crescendo, lettere che giungono da privati, Caporali, Colonelli, Generali, Uomini di mare e Ammiragli, da onde e pennoni di nave…. da ognuno e da ogni dove. La loro urgente preghiera converge su di un punto comune…. essi scrivendo dall’Africa dall’Alaska, dall’Australia ai mari del sud e da tutto il globo, in sintesi dicono: “Io so che esiste una radio portatile ad onde corte che può fare un buon lavoro da qui; solo una ed è la vostra “Zenith TransOceanic Clipper”. I miei parenti mi dicono che hanno provato a cercarne una da ogni parte senza però riuscirvi, Voi mi potete aiutare? ” Ecco, queste sono le lettere che ci giungono.

A ciascuna di queste richieste, purtroppo dobbiamo dare una risposta negativa e cioè un riluttante no, unito alle nostre scuse: questo è quanto! Ci sono ordini in attesa per oltre 100 000 apparecchi radio di questo tipo, da quando (per ordine del Governo) è cessata la produzione civile per lavorare al 100% unicamente per le forniture di guerra. Niente ci farebbe più piacere di poter approntare un gran numero di questi meritatamente famosi apparecchi, per poi poterli spedire via nave a tutti coloro che li necessitano, specialmente in questo periodo di Natale quando le nostre intenzioni sono di buon cuore verso tutti e in ogni dove. Per noi il TransOceanic Clipper è un vero amico per gli uomini e le donne delle nostre forze armate.

Coloro i quali riescono ad entrare ìn possesso di una di queste radio si sentono fortunati e sono invidiati dai loro commilitoni. Ma questi portatili debbono aspettare; l’intera organizzazione della Zenith è ora impegnata a fornire con tutti gli sforzi possibili le enormi quantità di materiale radio di cui le forze armate necessitano con urgenza. Queste forniture deebbono avere la precedenza persino davanti all’affettuoso legame con la patria che il possedere una radio personale procura agli uomini che stanno combattendo lontano dalla famiglia e dagli amici. Di conseguenza noi ci auguriamo che arrivi presto il giorno della vittoria totale, in modo che si possa velocemente ritornare a celebrare il vero Natale americano, con pace in terra agli uomini di buona volontà, quando finalmente le famiglie torneranno ad essere riunite e quando la vita di ogni giorno riprenderà ancora a trascorrere serena.

Per la vittoria di oggi e la sicurezza del domani acquista le Obbligazioni di guerra.

The End

Testo e traduzione di Lucio Bellè – Foto e materiale Radio di I2HNX – Dino Gianni