venerdì 30 Luglio 2021
NEWS:
Home > NEWS > La ICE, un orgoglio tutto italiano

La ICE, un orgoglio tutto italiano

La ICE (acronimo di Industria Costruzioni Elettromeccaniche) è stata un’azienda italiana produttrice di strumentazioni elettroniche (tester, amperometri, voltmetri) estendendo l’utilizzo degli strumenti di misurazione elettrica oltre ai riparatori radio TV anche agli elettricisti, manutentori elettrici, radioamatori, hobbisti di elettronica, e nelle scuole a indirizzo elettrico elettronico. Venne fondata nel 1950 a Milano con sede in via Rutilia 18/19.


Fabbrica di S. Albano Val di Nizza (PV)

Iniziò nella produzione dei primi analizzatori universali (tester) usando come esempio quelli dell’americana Weston lasciati dalle truppe alleate in Italia dopo la fine della seconda guerra mondiale. Il reparto ricerca e sviluppo riuscì ad ottenere svariati brevetti internazionali nonché a distribuire i propri apparati in Europa e nel mondo.


Tavolo a giostra girante per l’assemblaggio di serie dei galvanometri dei tester

Famosi e diffusi erano i suoi diversi tester (cronologicamente i modelli prodotti furono: tester 680 C, tester 680 E, Supertester 680 R, Supertester 680 G, Microtest 80). Ultimo modello di tester ICE progettato e prodotto nei primi anni ’90 fu il 2820R con scala a 95° e dalla particolare forma ergonomica, dove per la prima volta la ICE passò dal sistema di selezione delle portate e dei tipi di misura con spinette, a quello a commutatore rotante con manopola.


Banco di taratura dei tester 680R in alternata

A corredo di questi tester vennero prodotti diversi accessori da utilizzarsi insieme agli stessi strumenti: prova transistors e diodi (Transtest 662), il volt-ohmmetro elettronico (ICE 660), i trasformatori per misure di correnti alternate (616) e gli amperometri a tenaglia (Amperclamp), nonché gli esposimetri. Una caratteristica della ICE era che assieme ai suoi strumenti, dava a corredo un manuale di istruzioni che includeva un breve corso sulla teoria dei valori elettrici che lo strumento avrebbe dovuto misurare e una dettagliata istruzione per riparare lo strumento stesso, in caso di guasto.


Banco di taratura del galvanometri a 40uA f.s. dei tester

Un’altra caratteristica dell’azienda (prima sul mercato) era che garantiva i propri strumenti contro difetti di costruzione, per ben cinque anni! Tutte queste caratteristiche diedero una posizione di monopolio nella produzione di tester nei decenni ‘70 e ’80. Il celebre Supertester 680R fu progettato dal bravissimo ingegner Passuello, e il disegnatore che lo ideo’ con quella forma ( cosi lo volle il padrone della ICE il conte Odorici) era il grande Benetti detto il Tonino in azienda.


Vecchio volantino ICE di propaganda del Supertester 680R

Unico tester analogico al mondo con la scala a 100° tutti gli altri sono a 90°, infatti era difficoltoso produrre dei galvanometri che avessero una risposta lineare su una scala cosi ampia. La produzione del 680R iniziò nel 1970 a Pometo nel comune di Ruino (PV) che prosegui per 12 anni, e dopo quando a Pometo iniziarono a produrre il tester digitale DIGITEST 82, e tutti gli altri strumenti elettronici di misura, la produzione del 680R venne trasferita a Molina di Ledro (TN), invece il suo galvanometro è sempre stato costruito nella fabbrica di S. Albano Val di Nizza (PV).


Magazzino imballo-spedizione

 La ICE progettò e produsse anche dei multimetri digitali di pregio. Nell’Agosto del 1982 l’ingegner Passuello progettò il DIGITEST 82 un multimetro 3 ½ digit con una precisione di base in d.c. di ben 0,05%! Poi nei primi anni ’90 venne progettato e prodotto il multimetro 3133AD uno strumento a doppia visualizzazione analogica-digitale con misurazioni in true rms.


Multimetro digitale DIGITEST 82 (Il primo multimetro digitale progettato e prodotto dalla ICE)

Tester 2820R, ultimo modello di tester analogico prodotto dalla ICE

Massimo Boselli