giovedì 26 Maggio 2022
NEWS:
Home > A CUORE APERTO > A cuore aperto: Radiomarelli 8A05 (1941)

A cuore aperto: Radiomarelli 8A05 (1941)

Oggi ho messo a cuore aperto un apparecchio risalente al 1941, fabbricato dalla RADIOMARELLI. Si tratta del modello 8A05, radio dal design molto particolare, a cui si ispirarono anche altri costruttori di radio, negli anni successivi.


LOGO MARELLI

SCALA PARLANTE
MODELLO

RADIOMARELLI

Circuito supereterodina, impiega tipicamente 5 valvole octal della serie “BALILLA”, costruite dalla FIVRE con direttive di assoluto risparmio sui materiali ma che, a causa di questo, avevano scarso rendimento e breve durata. Quelle rimaste funzionano ancora ed ho deciso di lasciarle al loro posto.


INTERRUTTORE E COMUTATORE TONALITA’

COMMUTATORE GAMMA

PANNELLO POSTERIORE

La media frequenza è accordata su 455 Khz ed è amplificata da una 6K7, seguita da una tipica 6Q7 che provvede alla rivelazione, cav ed amplificazione di BF, poi affidata alla finale 6V6. Alla conversione ed amplificazione RF provvede una pentagriglia 6A7 ed in ultimo, la classica 5Y3 fornisce l’alta tensione raddrizzata.


PRESE ANTENNA E TERRA

MATRICOLA E PRESA FONO

CAMBIO TENSIONI ED USCITA ALTOPARLANTE ESTERNO

Le gamme coperte sono quattro ma in realtà, tre, visto che le onde medie sono divise in due sottogamme: la prima da 190 a 330 metri e la seconda, da 300 a 550 metri. Per le onde corte, ci sono due bande distinte: una da 16,5 a 29 metri e l’altra da 28 a 50 metri. La sintonizzazione avviene, in questo apparecchio, non tramite condensatore variabile ma con nuclei ferromagnetici che scorrono all’interno di bobine.

 


ALIMENTAZIONE MOTORINO FONO ED INGRESSO RETE

GRUPPO SINTONIA


TELAIO

Questo sistema, adottato dalla Marelli in quasi tutti i piccoli apparecchi degli anni 50, venne utilizzato per non impiegare prezioso alluminio per la costruzione di condensatori variabili, dato il periodo. Muovendo la manopola di sintonia, si mette in movimento, oltre all’indice, una puleggia filettata che, tramite un sistema a vite senza fine e perno filettato, permette ai nuclei di scorrere in alto ed in basso, consentendo la sintonizzazione dell’apparecchio.

COPERCHIO LAMPADINE SCALA


CHIUSO

CORNICE FRONTALE RIMOSSA

CORNICE FRONTALE


TELAIO ESTRATTO

VALVOLE

I commutatori di gamma vengono messi in movimento tramite un sistema di leve e rinvii, mossi tramite un comando a leva posto sul lato destro della scala. Per economizzare spazio, le sezioni dei commutatori sono poste l’una accanto all’altra e non coassiali ed ecco il motivo delle leve e rinvii. Altrettanto venne fatto per l’accensione ed il comutatore di tono, che viene mosso nello stesso modo e comandato da una leva posta a sinistra della scala.


LATERALE TELAIO E LEVE COMMUTATORE TONO

TELAIO VISTO DA SOPRA

ISOLATO CON CARTONE…

Completano i comandi il volume e la sintonia, con le classiche manopole. Sul retro troviamo le prese di terra ed antenna, direttamente realizzate sul gruppo di alta frequenza e sulla parte inferiore del telaio ci sono l’ingresso per il giradischi, l’uscita per un eventuale altoparlante esterno, il cambio tensioni da 110 a 220 volts e la presa di alimentazione per il motorino del giradischi, di solito, a 125 volts.

….UN ELETTROLITICO ISOLATO DA MASSA


LE ITALIANISSIME VALVOLE SERIE BALILLA

PARTICOLARE ZOCCOLO

TRASFORMATORE DI ALIMENTAZIONE

GRUPPO RF E LEVE COMMUTATORE GAMMA

NOTIZIA PREZIOSA PER IL MONTATORE

Il telaio è realizzato con una lega di ferro (pochissimo) e magnesio, molto meno costoso e più leggero ma che dopo alcuni anni dà luogo a fenomeni di ossidazione e ruggine. La costruzione risente del periodo bellico e delle restrizioni dovute ai dazi doganali; i componenti sono in numero strettamente necessario, il cablaggio è ridotto al minimo indispensabile ed addirittura la carta dei trasformatori è visibilmente di recupero da imballaggi, con tanto di scritte e simboli.

SEZIONE COMMUTATORE GAMMA


SEZIONE AEREO

LATO COMPONENTI

COMPONENTI ORIGINALI


GRUPPO RF – ISOLATORI CERAMICI –

ALTOPARLANTE

Anche i componenti sono di qualità media e realizzati in economia; i condensatori sono riempiti di bitume che però non è dei migliori e fonde facilmente, colando lungo il componente o su quelli attorno.

BOBINA DI CAMPO – IMPEDENZA –


TRASFORMATORE DI USCITA

CONNESSIONI BOBINA MOBILE

L’altoparlante è di grosse dimensioni, molto pesante e ben dimensionato per rendere un buon ascolto ed una discreta fedeltà di riproduzione. Nella parte inferiore del mobile, è presente uno sportellino che consente il cambio delle lampadine della scala ed anche un possibile controllo dell’apparecchio senza dove estrarre il telaio, operazione non troppo agevole.


CONO ALTOPARLANTE

SIGLA APPARECCHIO SU CUI MONTARE QUESTO TIPO DI ALTOPARLANTE

MONTAGGIO NUMERO 90

Questo apparecchio fà parte, assieme al modello 8A28, di una nuova linea produttiva della Marelli che proseguì anche nel dopoguerra con il modello 10A05 e successivi. All’atto della ricezione, il nostro 8A05 si dimostra comunque un valido apparecchio, consentendo una buona ricezione sia sulle corte, sia sulle medie.


DISPOSIZIONE VALVOLE
DOVEROSA PRECISAZIONE….

ALIMENTAZIONE MOTORE GIRADISCHI


USCITA SECONDO ALTOPARLANTE 
INGRESSO PICK UP GIRADISCHI

La sintonizzazione delle frequenze più alte non è molto precisa a causa dell’inevitabile gioco che si crea tra il perno che trasmette il  movimento ai nuclei e la vite senza fine che lo comanda, ma sulle gamme più basse, il fenomeno non si avverte affatto. Il MARELLI 8A05 rimane comunque un buon apparecchio, dal design molto particolare e, considerato il periodo in cui venne costruito, possiamo senz’altro dire che funzioni bene.

Spero e speriamo che anche questo particolare apparecchio sia stato interessante per tutti gli amici appassionati.

Paolo Pierelli