lunedì 20 Settembre 2021
NEWS:
Home > A CUORE APERTO > A cuore aperto: IRME MIZAR 62 MKI (1962)

A cuore aperto: IRME MIZAR 62 MKI (1962)

Ci siamo occupati di molti apparecchi utili a salvare vite o a mantenere le comunicazioni in situazioni anche di emergenza ma non abbiamo dato risalto alle radio che hanno avuto un ruolo importantissimo proprio per la sicurezza di interi equipaggi che passano la vita in mare e così, ho voluto mettere a cuore aperto il primo e più recente dei due ricetrasmettitori navali per imbarcazioni di piccolo cabotaggio, specialmente pescherecci.

IRME MIZAR 62 MKI

IRME LATERALE

Industrie Radio Meccaniche Elettriche LOGO

MODELLO MIZAR 62

SCALA SINTONIA


CONTROLLO VOLUME RICEVITORE

COMMUTATORE GAMMA RICEVITORE


CONTROLLO SENSIBILITA’ RICEVITORE

COMMUTATORE RICEZIONE – CONVERSAZIONE

Si tratta del ricetrasmettitore MIZAR 62, costruito nel 1962 dalla IRME (Industrie Radio Meccaniche Elettriche) di Roma, via Tiburtina 1131. Contenuto in una scatola di alluminio, questo apparecchio impiega una circuitazione mista valvole/transistor. A valvole è lo stadio finale di potenza rf che eroga circa 80 watt, lo stadio pilota rf, l’amplificazione in alta frequenza e lo stadio convertitore.


RIDUTTORE POTENZA DI TRASMISSIONE

COMMUTATORE INDUTTANZA DI ANTENNA

COMMUTATORE QUARZI TRASMISSIONE

GRIGLIA ALTOPARLANTE

CONNETTORE USCITA RF


PRESA DI TERRA

MARCA – MODELLO E MATRICOLA


TEST POINT PER TARATURE E NEUTRALIZZAZIONE STADIO RF

TRANSISTOR FINALI MODULATORE

A transistor troviamo il modulatore, il finale a bassa frequenza ed il survoltore che eleva i 24 volts a circa 600 per gli anodi delle valvole finali rf. Da notare è la accurata schermatura dell’alimentazione e dell’ingresso di antenna, necessaria per ridurre al massimo possibile le interferenze dovute allo scintillio della dinamo che caricava le batterie di bordo, dei relay di carica e di tutte le altre applicazioni elettriche di bordo (siamo nel 1962 e gli alternatori non si utilizzavano).

TRANSISTOR SURVOLTORE ANODICO

TRANSISTOR FINALE BASSA FREQUENZA RICEVITORE


INGRESSO ALIMENTAZIONE E FUSIBILE

VISTA SUPERIORE TELAIO

VALVOLE FINALI RF 12JB6


VALVOLA PILOTA RF 12JB6

CONDENSATORE VARIABILE RICEVITORE

COMPENSATORI E BOBINE ACCORDO RICEVITORE

INDUTTANZA RF TRASMETTITORE

La frequenza di trasmissione è quella dei 120 metri, banda marittima, fissata in 5 canali quarzati mentre la sintonia del ricevitore, supereterodina con tre stadi di media frequenza, è continua. Le gamme ricevibili sono tre: le onde medie per ovvi motivi di informazione, la gamma da 1,5 a 3 mhz per le comunicazioni con le radio costiere e da natante a natante e da 8 a 9 mhz dove si ascoltavano i bollettini meteo.

INDUTTANZA AEREO TRASMETTITORE

STADIO RF E CONVERSIONE RICEVITORE


RELAIS RX TX E ANODICA

STADIO DI MEDIA FREQUENZA


BLOCCO CONDENSATORI RF

ALIMENTAZIONE SURVOLTORE


TELAIO LATO COMPONENTI

CONDENSATORI RADIOFREQUENZA

FILTRO RF STADIO PILOTA

Sul frontale troviamo i controlli di volume e sensibilità, il commutatore di gamma, il commutatore dei canali e quello dell’induttanza di aereo per migliorare l’accordo in uscita. C’è poi un deviatore per ” CONVERSAZIONE e RICEZIONE” che provvedeva ad accendere i filamenti delle valvole trasmittenti solo quando necessario, per risparmiare le batterie di bordo e il comando di “POTENZA RIDOTTA” che limitava la potenza al 50% per lo stesso motivo.

COMMUTATORE QUARZI FREQUENZA TRASMISSIONE

COMMUTATORE INDUTTANZA AEREO


STADIO PILOTA RF induttanza – filtri e resistenze polarizzazione

RELAY ANODICA RX

FINALE RF resistenze polarizzazione

PILOTA RF E QUARZIERA


FILTRO ALIMENTAZIONE

RICEVITORE – STADIO RF


RICEVITORE – BOBINE OSCILLATORE

Il connettore del microfono, rigorosamente a carbone, conclude la serie di comandi e controlli del frontale. L’emissione è unicamente in AM e le antenne erano spesso pezzi di filo tirati alla meglio tra la plancia comando e la parte più alta dell’imbarcazione, con tarature inesistenti e onde stazionarie spesso altissime. Questi apparati, pur non essendo di eccelsa qualità, hanno la caratteristica di essere riparabili ovunque e quasi da chiunque, molto semplici ma estremamente robusti ed affidabili, gli storici IRME hanno occupato il loro posto in plancia per decenni, sfidando assieme all’equipaggio freddo, umidità, tempeste e fulmini, garantendo la possibilità di comunicare con la terraferma e di ascoltare notizie e bollettini.


TRASMETTITORE – RELAIS ANTENNA

POTENZIOMETRO BIAS VALVOLE FINALI RF

COMPONENTI GELOSO

STADIO PILOTA – IMPEDENZA RF


QUARZI TRASMETTITORE

TELAIO LATO COMPONENTI


FREQUENZA DI EMERGENZA 2132 KHZ

ZOCCOLI VALVOLE FINALI RF

SPIA TRASMISSIONE regolare corrente aereo per massima luminosità

Venivano usati come radiotelefoni per permettere agli imbarcati di parlare con le famiglie, dicendo “CAMBIO” ogni volta che si dava la parola al corrispondente poichè le comunicazioni non erano in duplex e l’operatore della radio costiera doveva manualmente commutare da ricezione a trasmissione. Chi ha una età che inizi almeno per 5 ed abiti in città di mare, ricorderà sicuramente i pescherecci con le antenne filari in bella vista.


MICROFONO

PULSANTE PTT


MICROFONO connettore

MICROFONO – COSTRUTTORE MARCHETTI ROMA

Il MIZAR 62 è ancora funzionante e sta per essere modificato, in modo non invasivo, per uscire sulla gamma degli 80 metri in AM. Per chi fosse interessato al collegamento, farò sapere quando l’apparecchio sarà pronto.


MICROFONO – CAPSULA A CARBONE

COMUNE CAPSULA TELEFONICA

ALLOGGIAMENTO CAPSULA MICROFONICA

CABLAGGIO MICROFONO

Spero che questo IRME sia di interesse e per la prossima collaborazione, vedremo il modello DRAGONE, risalente alla metà degli anni 50.

Paolo Pierelli