venerdì 30 Luglio 2021
NEWS:
Home > A CUORE APERTO > A cuore aperto: Geloso G4/215

A cuore aperto: Geloso G4/215

Come detto, oggi parliamo di un ricevitore Geloso che fu di transizione tra il fortunatissimo G4 214 ed il 216. Si tratta del raro G4 215, uscito nel 1965 e che, unito al suo trasmettitore G 225 ed all’alimentatore G 226, formava la prima linea “G” dotata di ssb.

LOGO GELOSO PRIMO TIPO

LA TIPICA SCALA GELOSO


S-METER – MODELLO – MARCHI E MATRICOLA

In quel periodo la Geloso aveva necessità di modernizzare la produzione, non solo di tv, radio ed amplificatori ma anche di apparati per OM. Ai progettisti PIPPO FONTANA e NARCISO PAGAN ed ai loro collaboratori, venne affiancato un valente e giovane ingegnere elettronico, EDGARDO VELICOGNA il quale, oltre a riprogettare quasi tutta la produzione Geloso, partecipò alla realizzazione di questo apparecchio.

COMANDI SERVIZI

FILTRO A CRISTALLO – SELETTIVITA’ E CONTROLLO REIEZIONE


COMMUTATORE GAMMA

SINTONIA

PRESELETTORE


COMPENSATORI ALLINEAMENTO SCALA

CONTROLLI VOLUME ED RF GAIN

BFO – COMANDO E CONTROLLO PITCH


INTERRUTTORE ED USCITA CUFFIA

Praticamente identico al suo successore G4 216, impiega anch’esso un vfo quarzato ed ha la doppia conversione fatta nello stesso modo, fissa a 467 Khz e dal vfo stesso. I comandi e controlli sono praticamente identici, il bfo non ha più il controllo del pitch fatto con capacità variabile ma funziona con il sistema a varicap al posto dei due quarzi usati nel 214 ed anche qui, purtroppo, non venne utilizzato il rivelatore a prodotto, assai più preciso e stabile.


S-METER I.C.E. – GELOSO

ASCOLTO DEI 2 METRI CON CONVERTITORE

SCALA CON PROTEZIONE RIMOSSA

LAMPADINA SCALA CON SCHERMO LUCE

SUDDIVISIONE GAMME IN METRI

PANNELLO POSTERIORE

Il telaio è ancora molto grande, direttamente derivato dal 214 e precedenti ricevitori e si nota anche qui la sintonia con cordino, puleggia e condensatore variabile, imprecisa ed approssimativa. Il preselector, assente nel 214 e precedenti, è più preciso rispetto a quello del successore 216, il suo comando è demoltiplicato mentre nel 216 la demoltiplica venne eliminata (misteri della produzione).

MORSETTIERA POSTERIORE PER ALTOPARLANTI E STAND-BY

CAMBIO TENSIONI


INGRESSO ANTENNA con ingresso pin aggiunto

TARGHETTA IDENTIFICATIVA


AZZERATORE S-METER

DISPOSIZIONE VALVOLE E QUARZI DI BATTIMENTO

TELAIO LATO VALVOLE

QUARZI DI BATTIMENTO VFO


TRASFORMATORI DI MEDIA FREQUENZA

Le gamme sono le medesime, 10-15-20-40-80 metri più quella degli 11 metri, usata per ascoltare i 144 Mhz con i convertitori Geloso che avevano l’uscita da 26 a 28 Mhz. Sin dalle prime prove sul prototipo, il 215 presentò una serie di problemi legati alla stabilità; tendeva a slittare, specialmente sulle frequenze più alte e la sostituzione della oscillatrice 6BE6 con la ECH81, più moderna, sembrò aver risolto il problema, ma non del tutto.


VFO

VFO SENZA SCHERMI

COMMUTATORE E POTENZIOMETRI


MARCHIO GELOSO

…..SU VALVOLE PHILIPS

PRIMA CONVERSIONE A 467 KHZ

FILTRO ANTENNA 10 MHZ

REGOLAZIONE FILTRO 10 MHZ


S METER – REGOLAZIONE SENSIBILITA’

Il gruppo vfo 2625 era comunque critico ed instabile e venne interamente riprogettato per il successivo G4 216. Sfortunato ricevitore, progettato in fretta e furia per fare fronte alle esigenze dei radioamatori ed alla spietata concorrenza americana ed orientale, il G4 215 è un ricevitore modesto, la ricezione in ssb è penalizzata da un AGC non troppo efficace che è meglio escludere per procedere manualmente.

LATO COMPONENTI


FILTRO A CRISTALLO – COMPENSATORE REIEZIONE

FILTRO A CRISTALLO – CONTROLLO SLETTIVITA’

COMPENSATORI ALLINEAMENTO SCALA


RIVELAZIONE E MEDIA FREQUENZA

TRASFORMATORE DI USCITA

ALIMENTAZIONE – BF E AGC

CONDENSATORE VARIABILE PRESELETTORE

VFO – OSCILLATORE A QUARZO

La ricezione del CW è soddisfacente ed il filtro a cristallo, identico a quello di tutti gli altri ricevitori Geloso, funziona bene ma la sintonia è imprecisa ed in ambedue questi modi di ricezione, SSB e CW, il ricevitore tende a slittare in frequenza; in AM la ricezione è discreta ma l’apparecchio tende ad intermodulare con segnali forti adiacenti ed è molto sensibile ai disturbi impulsivi che l’ANL riesce anche qui ad attenuare appena.

VFO- MIXER

VFO – BUFFER


AZZERATORE S METER

ALIMENTAZIONE GRIGLIE


PRESA CUFFIA

RIVELATORE

Prodotto per breve tempo ed in pochissimi esemplari, fa comunque parte di una produzione tutta italiana che è giusto far conoscere.


VFO – STADIO RF

MODELLO E MATRICOLA

Spero che sia anche questo di interesse per tutti coloro che volessero conoscere meglio la Geloso e per gli appassionati di radio in generale.

La prossima settimana, presentiamo a cuore aperto un ricevitore riuscito molto bene e forse il più conosciuto: il G4 214 Geloso.

Paolo Pierelli